Intervento per le orecchie a sventola: otoplastica

L’otoplastica è un intervento di chirurgia estetica finalizzato a migliorare l’aspetto delle orecchie molto pronunciate, che protrudono eccessivamente verso l’esterno, comunemente chiamate orecchie a sventola.

Per otoplastica si intendono però in generale tutti gli interventi di chirurgia plastica, ricostruttiva ed estetica che cambiano la forma o la posizione delle orecchie; in questo articolo parleremo del solo intervento estetico per orecchie di dimensioni normali, ma che sporgono lateralmente sul viso in maniera pronunciata.

A differenza di altre caratteristiche estetiche del viso, l’inestetismo causato dalle orecchie a sventola coglie subito l’attenzione di chi guarda ed è per questo spesso causa di prese in giro e bullismo tra i bambini in età scolare. Per questo motivo, l’otoplastica estetica è spesso eseguita sui bambini intorno ai 6 anni di età, quando le orecchie hanno già raggiunto l’85% delle dimensioni che avranno in età adulta, anche se c’è comunque una buona percentuale di adulti che si rivolge al medico per questo tipo di operazione.

Le orecchie a sventola sono un tratto autosomico dominante presente in circa il 5% della popolazione generale.

otoplastica per correzione orecchie a sventola
Woman photo created by evening_tao – www.freepik.com

Intervento chirurgico per le orecchie a sventola

L’otoplastica per le orecchie di dimensioni normali che protrudono eccessivamente verso l’esterno viene eseguita preferibilmente con sedazione o in anestesia generale quando il paziente è un bambino o un ragazzo, ma può essere eseguita anche in anestesia locale che è la scelta tipica nel caso degli adulti in grado di tollerarla.

Esistono diverse tecniche chirurgiche per l’otoplastica estetica e la scelta della tecnica da utilizzare dipenderà dall’età del paziente (pazienti più giovani hanno una cartilagine più morbida, mentre gli adulti ce l’hanno più rigida), dall’anatomia del paziente, dalle sue aspettative e dall’esperienza del chirurgo. L’approccio generale prevede una incisione a mezzaluna o a losanga nella parte posteriore del padiglione auricolare con rimozione della cute e del tessuto sottocutaneo fino ad esporre la cartilagine dell’orecchio; la cartilagine viene quindi suturata con punti riassorbibili per correggerne la posizione e il grado di sporgenza dal viso. In alcuni casi, potrebbe essere necessario asportare anche una parte di cartilagine o potrebbe essere necessario incidere anche nella parte anteriore dell’orecchio, ma in questo caso l’incisione viene comunque nascosta essendo effettuata nelle pieghe interne del padiglione. L’otoplastica richiede tipicamente meno di 2 ore per essere portata a termine. I risultati dell’intervento sono immediati e permanenti, anche se piccoli cambiamenti sono possibili nelle prime settimane di guarigione a causa del gonfiore dovuto all’intervento che viene gradualmente riassorbito.

L’otoplastica per le orecchie a sventola non è raccomandata nei bambini più piccoli di 4 o 5 anni in quanto le loro orecchie sono ancora in fase di crescita e di sviluppo.

Rischi dell’otoplastica

L’otoplastica per le orecchie troppo prominenti non presenta grossi rischi e complicazioni, ma come ogni altra procedura medica e chirurgica ci sono sempre e comunque dei rischi. La formazione di un ematoma, la cicatrizzazione anomala e l’infezione sono i rischi principali; la condrite (infiammazione della cartilagine) è un rischio possibile anche se molto raro. C’è inoltre il rischio di correggere troppo poco o eccessivamente le orecchie a sventola, con il risultato di ottenere orecchie ancora prominenti dopo l’intervento oppure troppo radenti il viso; infine c’è il rischio di asimmetria tra le due orecchie causato da un grado di correzione diverso tra un lato e l’altro.

Un cambiamento della sensibilità cutanea, che risulta ridotta dopo l’intervento, è normale ed è dovuto al danno ai nervi sensoriali causato dall’incisione con il bisturi, ma si risolve con la guarigione con il passare del tempo.

La maggior parte dei pazienti si dice soddisfatta e contenta con i risultati dell’otoplastica.

Guarigione dopo l’intervento di otoplastica

Il chirurgo potrebbe prescrivere degli antibiotici e dei farmaci antidolorifici. Verrà apposto un bendaggio per circa una settimana che copre le orecchie operate. Dopo la rimozione delle bende, sarà consigliato indossare una fascia elastica sportiva per alcune settimane e solo durante la notte. L’attività sportiva o il dormire su un lato vanno evitati per un paio di settimane dopo l’intervento.

Rimedi non chirurgici per le orecchie a sventola

È possibile modificare la forma e la posizione delle orecchie anche senza ricorso alla chirurgia, utilizzando delle stecche rigide, dei bendaggi o del nastro adesivo; sfortunatamente, questo è possibile solo nelle prime settimane di vita del neonato quando la cartilagine è ancora elastica, morbida e malleabile.

Un’altra tecnica minimamente invasiva ed offerta in alcune cliniche è l’otoplastica senza incisioni: consiste nell’applicare i punti di sutura nella parte posteriore dell’orecchio, senza però la necessità di asportare tessuto o di effettuare incisioni. È una tecnica minimamente invasiva, con tempo operatorio ridotto, recupero veloce e basso tasso di complicazioni. Non tutti i pazienti sono buoni candidati per questo tipo di intervento.

Costo dell’otoplastica

Il costo per l’intervento di correzione delle orecchie a sventola dipende dal paese in cui ci si opera, dalla tecnica chirurgica utilizzata e dalla clinica e dal chirurgo scelti.

Negli Stati Uniti, il prezzo dell’otoplastica per entrambe le orecchie si aggira tra i 4,000 e gli 8,000 USD.

Nel Regno Unito, l’intervento parte dai 2,500-3,500 GBP (3,400-4,800 USD)

In Australia il costo è di circa 5,000-8,000 AUD (3,800-6,100 USD)

In Thailandia, la correzione chirurgica delle orecchie prominenti è di circa 50,000-90,000 THB (1,600-2,850 USD) per entrambe le orecchie.


Fonti
  • The Incisionless Otoplasty Technique.
    A Gantous – JAMA Facial Plastic Surgery, Sep 2018
    DOI: https://doi.org/10.1001/jamafacial.2018.0670
  • Essentials of Aesthetic Surgery
    JE Janis – Thieme, 2018
    ISBN 978-1-62623-867-1
  • Plastic Surgery, 4th Edition, Vol 2
    JP Rubin – Elsevier, 2018
    ISBN: 978-0-323-35702-9
  • International Textbook of Aesthetic Surgery
    N Scuderi – Springer, 2016
    ISBN 978-3-662-46599-8
    DOI: https://doi.org/10.1007/978-3-662-46599-8
  • The Art of Aesthetic Surgery – Principles and Techniques, 2nd edition
    F Nahai – CRC Press, 2010
    ISBN: 978-1-4822-4166-2

Share:

Share on facebook
Share on twitter
Share on pinterest
Share on linkedin
Share on reddit
Share on vk
Share on tumblr
Share on mix
Share on skype
Share on telegram
Share on whatsapp

Save time and energy

For doctors or clinics recommendation, more information on the topic of this article or a free quotation

Subscribe to the Newsletter

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *