Intralipoterapia per il trattamento del grasso localizzato

face injection

L’intralipoterapia, nota anche come lipolisi iniettiva o in gergo comune “punture sciogli grasso”, è una tecnica di medicina estetica minimamente invasiva per l’eliminazione delle adiposità localizzate. L’intralipoterapia è una forma di mesoterapia ed è una delle opzioni non chirurgiche disponibili in medicina e chirurgia estetica per la riduzione del tessuto adiposo localizzato.

Cos’è l’intralipoterapia?

L’intralipoterapia è l’iniezione diretta di una sostanza nello strato di grasso sottocutaneo noto come ipoderma; con l’iniezione gli adipociti, cioè le cellule che contengono il grasso, vengono distrutti e non sono più in grado di accumulare o immagazzinare il grasso e vengono quindi metabolizzati ed eliminati permanentemente dall’organismo.

Indicazioni dell’intralipoterapia

Negli Stati Uniti e in Canada l’unico farmaco approvato dalla FDA (Food and Drug Administration) per sciogliere il grasso localizzato è l’acido desossicolico e la sua unica indicazione approvata è il trattamento del grasso submentale o sottomentoniero, noto comunemente come doppio mento o pappagorgia. Questo farmaco viene venduto con il nome di Kybella® negli USA e Belkyra® in Canada e in Europa.

Questa e altre sostanze sono utilizzate anche off-label, cioè al di fuori dell’indicazione che ha ricevuto l’approvazione dagli enti preposti quali l’AIFA (Agenzia Italiana del Farmaco) in Italia o l’FDA negli USA, per il trattamento di depositi adiposi localizzati anche in altre regioni del corpo. Per maggiori informazioni sulle indicazioni approvate e sul significato di utilizzo off-label specifico per il paese in cui intendi sottoporti al trattamento di intralipoterapia chiedi al medico in sede di consulto.

Le aree comunemente trattate con la lipolisi iniettiva sono:

  • Grasso sottomentoniero o “doppio mento”
  • Accumulo adiposo nella palpebra inferiore o “borse sotto gli occhi”
  • Guance cadenti
  • Altri depositi adiposi sul viso, come la regione degli zigomi o della mandibola
  • Grasso sotto le ascelle
  • Ginecomastia maschile
  • Rotolini di grasso sulla schiena in regione dorsale
  • Rotolini di grasso che fuoriescono dal reggiseno
  • Tessuto adiposo nelle braccia
  • Tessuto adiposo addominale
  • Definizione e scultura degli addominali
  • Tessuto adiposo nella vita e nei fianchi
  • Grasso e cellulite nei glutei
  • Grasso e cellulite nelle cosce
  • Grasso attorno alle ginocchia
  • Grasso nel polpaccio
  • Lipomi (tumori benigni costituiti da tessuto adiposo)

Sostanze utilizzate nell’intralipoterapia

Le sostanze principalmente utilizzate nella lipolisi iniettiva sono le seguenti:

  • Acido desossicolico – Kybella®, Belkyra®, GeoLysis®
  • Fosfatidilcolina – Lipostabil®

Le principali formulazioni combinate di sostante per l’intralipoterapia sono:

  • LipoDissolve®, Dermastabilon®, Aqualyx®

Come funziona l’intralipoterapia?

Acido desossicolico – Kybella®, Belkyra®, GeoLysis®

L’acido desossicolico è un componente della bile umana, che è il fluido secreto dal fegato e immagazzinato nella cistifellea per poter digerire i lipidi che transitano nell’intestino tenue. L’acido desossicolico danneggia la membrana cellulare degli adipociti causando la morte della cellula che viene poi metabolizzata ed eliminata dall’organismo.

Fosfatidilcolina – Lipostabil®

Il meccanismo d’azione della fosfatidilcolina come sostanza sciogli grasso non è ancora ben noto. La fosfatidilcolina si trova naturalmente nell’organismo umano dove è coinvolta in diverse funzioni, quali l’essere un componente delle membrane cellulari e un ruolo nel metabolismo del colesterolo. Si pensa che il suo effetto sia dovuto alla lisi della membrana cellulare degli adipociti. La fosfatidilcolina viene estratta dalla soia dove è naturalmente abbondante.

LipoDissolve®, Dermastabilon®, Aqualyx®

Vi sono numerose miscele di sostanze utilizzate nell’intralipoterapia, alcune delle quali sono registrate come marchi commerciali.

LipoDissolve®, Dermastabilon® e Aqualyx® contengono tutte una miscela composta da due principi attivi: il desossicolato di sodio e la fosfatidilcolina. Il desossicolato di sodio è il sale sodico dell’acido desossicolico e ha un meccanismo d’azione simile a quest’ultimo, distruggendo la membrana cellulare causa la morte dell’adipocita. Si pensa che le due sostanze funzionino meglio in combinazione entrando in sinergia, con il desossicolato che causa la lisi delle cellule del tessuto adiposo e la fosfatidilcolina che ne facilita il metabolismo e quindi l’eliminazione.

Altre sostanze usate per eliminare il grasso localizzato

Alcune cliniche promuovono la mesoterapia per il ringiovanimento del viso, l’eliminazione delle rughe, la tonificazione della pelle, il miglioramento del colore della pelle e trattamento delle discromie cutanee, e anche per l’eliminazione del grasso localizzato. Per mesoterapia si intende l’iniezione di sostanze nell’ipoderma, cioè lo strato sottocutaneo costituito da tessuto adiposo e connettivo. Ci sono scarse evidenze scientifiche a supporto di questa pratica e per alcune delle sostanze non vi sono proprio studi a sostegno, così come mancano studi sulla sicurezza di questi trattamenti. Nonostante molte delle sostanze utilizzate siano approvate dalle autorità competenti, la mesoterapia con l’utilizzo di tali sostanze rappresenta un utilizzo non approvato.

Molti medici e associazioni di medici come la Società dei Chirurghi Plastici Americani (ASPS) sconsigliano il ricorso alla mesoterapia quando questa utilizza sostanze che non sono state studiate e delle quali non si conoscono la sicurezza e l’efficacia; queste associazioni esortano a condurre ulteriori test e ricerche prima di raccomandare dei trattamenti di mesoterapia. Tra le varie sostanze pubblicizzate in mesoterapia per la riduzione del grasso localizzato vi sono:

  • L-Carnitina
  • Lecitina
  • Colina
  • Aminofillina
  • Isoproterenolo
  • Vitamine
  • Collagenasi
  • Ialuronidasi
  • E molte altre…

Quanto durano i risultati del trattamento di intralipoterapia?

Il grasso non viene immagazzinato nel corpo come molecola di grasso libera tra i tessuti. Il grasso è contenuto in cellule specializzate note come adipociti che assorbono i trigliceridi dal sangue e li immagazzinano all’interno della loro membrana cellulare. Quando il corpo necessita del grasso per produrre energia o per altre funzioni fisiologiche, gli adipociti sono in grado di riversare il loro contenuto di nuovo nel flusso sanguigno.

Da adulti, quando aumentiamo di peso non aumentiamo il numero di adipociti presenti nel nostro corpo, bensì aumentiamo il volume degli adipociti già presenti che diventano più grandi immagazzinando più trigliceridi. Allo stesso modo, quando dimagriamo e perdiamo peso non riduciamo il numero di adipociti, ma ne riduciamo le dimensioni.

L’intralipoterapia distrugge la membrana cellulare degli adipociti. Le cellule eliminate in questo modo non avranno modo di ricrescere o ripararsi e saranno eliminate per sempre dalla regione trattata. Solo gli adipociti che sopravvivono al trattamento nell’area trattata saranno ancora in grado di immagazzinare il grasso e aumentare il proprio volume, ma questo succederà solo in caso di ulteriore aumento di peso corporeo che in ogni caso viene ridistribuito negli adipociti di tutto il corpo (anche se certe zone vengono privilegiate per via della genetica o di altri fattori). L’area trattata con l’intralipoterapia avrà una capacità di immagazzinamento del grasso inferiore risultando in una efficacia del trattamento a lungo termine.

Questo significa che una volta raggiunti i risultati desiderati gli effetti del trattamento saranno permanenti a meno di incorrere in un notevole aumento di peso e della massa grassa.

Quanto costa l’intralipoterapia?

In base al paese nel quale ci si sottopone al trattamento, alla clinica e al medico scelti, all’area da trattare e al numero di sessioni necessarie per l’ottenimento dei risultati desiderati, i costi dell’intralipoterapia variano di molto.

  • Kybella® e Belkyra® in media costano 500-700 EUR per ogni fiala.
  • LipoDissolve®, Dermastabilon®, Aqualyx® e Lipostabil in media sono più economici con trattamenti che partono dai 120 EUR a salire.

Sottoponendosi al trattamento in una clinica di chirurgia plastica thailandese ci si può aspettare di risparmiare dal 30% al 70% del costo totale del trattamento di intralipoterapia.

Rischi ed effetti collaterali dell’intralipoterapia

Le iniezioni sciogli grasso rappresentano una opzione non chirurgica e minimamente invasiva per l’eliminazione del grasso localizzato. Come ogni altra procedura medica o chirurgica, l’intralipoterapia presenta dei rischi e ha possibili effetti collaterali.

Gli effetti collaterali più comuni relativi all’area trattata sono:

  • Gonfiore
  • Ematomi
  • Dolore o fastidio
  • Intorpidimento o formicolio
  • Rossore
  • Indurimento dei tessuti

Questi effetti possono durare da un paio di ore a un paio di settimane.

Gli effetti collaterali più seri riportati e relativi al trattamento sono:

  • Lesione del nervo mandibolare, che risulta in un sorriso asimmetrico o in debolezza dei muscoli facciali.
  • Disfagia (difficoltà a deglutire).

Entrambe queste complicazioni si risolvono spontaneamente, senza trattamento medico.

Altre complicazioni serie ma rare sono:

  • Infezioni nel sito di iniezione
  • Ulcerazione nel sito di iniezione
  • Necrosi tissutale
  • Alopecia localizzata (perdita di peli o capelli)

Un medico esperto e con formazione adeguata è in grado di minimizzare tutti i rischi seguendo i protocolli terapeutici come l’utilizzo di una tecnica di iniezione appropriata, l’utilizzo del prodotto in aree del corpo appropriate, utilizzo di un volume di prodotto appropriato, l’osservazione delle tecniche di sterilizzazione e disinfezione, ecc.

Chiedi al tuo medico i rischi specifici, le controindicazioni e gli effetti collaterali possibili relativi alla procedura a cui sei interessato e al prodotto specifico utilizzato per il trattamento.

Quanto tempo dopo il trattamento di intralipoterapia si vedono i risultati?

Ci vogliono circa 4-8 settimane perché i risultati siano pienamente visibili e in alcuni casi c’è ulteriore miglioramento fino a 12 settimane dopo il trattamento.

In media, sono necessarie almeno 2-4 sedute per ottenere risultati soddisfacenti, distanziate di almeno 4 settimane l’una dall’altra.


Fonti

Share:

Share on facebook
Share on twitter
Share on pinterest
Share on linkedin
Share on reddit
Share on vk
Share on tumblr
Share on mix
Share on skype
Share on telegram
Share on whatsapp

Save time and energy

For doctors or clinics recommendation, more information on the topic of this article or a free quotation

Subscribe to the Newsletter

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *